TEMATICHE

PER RIMANERE INFORMATI


Iscriviti alla nostra newsletter

STATISTICHE

Comunicato associazioni

«LE ASSOCIAZIONI DICONO SÌ ALLA VARIANTE SOLO SE RISPETTOSA DEL TERRITORIO E DELLA SUA STORIA»

Alcune delle Associazioni che nei giorni scorsi hanno espresso il proprio parere condiviso circa la Variante della Tremezzina ritengono doveroso condividere un commento in merito a quanto pubblicato circa il loro operato e prendono atto con rammarico del fatto che una questione così importante e complessa venga ridotta ad uno scontro tra parti.
La principale preoccupazione è che una scelta di tale importanza venga presa senza un'adeguata diffusione delle notizie e senza possibilità di discussione. In particolare, le Associazioni ritengono che sia dovere degli organi di informazione promuovere e farsi veicolo di un aperto e civile confronto fra opinioni differenti, fornendo a tutti pari facoltà di espressione: il parere di professionisti e di persone che vivono e conoscono e il territorio dovrebbe essere ritenuto un contributo prezioso, non un intralcio.
I comaschi, dopo la vicenda paratie, dovrebbero avere ben chiaro che la fretta e l’approssimazione devono essere bandite quando si parla della realizzazione di grandi opere come queste.
Il gruppo di Associazioni ha formulato il proprio contributo con finalità costruttiva, ritenendo che sia diritto e dovere di cittadini e amministratori cercare una soluzione all'insostenibile situazione della viabilità locale, senza transigere tuttavia rispetto a condizioni indispensabili quali il rispetto della bellezza del paesaggio e del suo valore per lo sviluppo economico locale, il rispetto dell'integrità dell'ambiente e delle sue risorse, l'individuazione di una proposta veramente risolutiva rispetto ai problemi viabilistici attuali, che non faccia leva solo sull'urgenza e sui malumori della popolazione.
Tutto ciò è possibile solo apportando sostanziali modifiche al progetto attuale, l'iter di approvazione ancora in corso lo prevede e le Associazioni, dopo aver attentamente analizzato gli elaborati di progetto, sono intervenute nei tempi e nei modi contemplati dalla procedura, che riconosceva ad ognuno la facoltà di inviare le proprie osservazioni in merito.
Ad esempio, i lunghi tratti a cielo aperto, che riguardano il territorio di Sala Comacina, Ossuccio e Mezzegra, potrebbero trovare un migliore inserimento se il loro tracciato si adattasse maggiormente alla morfologia del terreno e se fossero almeno in parte sostituiti con tratti di galleria naturale o artificiale, nel rispetto dei requisiti di sicurezza imposti da Anas. Si ridurrebbe così il ricorso alla realizzazione di muraglioni e sbancamenti di oltre 30 metri di altezza. Una comparazione delle diverse soluzioni è un atto dovuto, nel rispetto del territorio e dei sui abitanti.

Italia Nostra Como Onlus - Legambiente Lombardia Onlus - La Cruna del Lago Territori Natura Arte Cultura - Comitato Viabilità Tremezzina - Chiave di Volta

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezioneCookie